Area Marina Protetta Isole Pelagie

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Area Marina Protetta Isole Pelagie

Welcome to the official website of the Marine Protected Area Pelagie Islands

Immagini di Lampedusa

The Pelagian Islands are the jewel of the southern part of the national system of marine protected areas Italian. Enclose the Pelagie Islands, in one archipelago treasures and environmental characteristics that belong to two separate continents: Africa and Europe. Almost a bridge across the Mediterranean, they demonstrate the interdependence of ecological dynamics from which it can not be ignored in any program of environmental protection. The white Lampedusa, the black Linosa and the remote island of Lampione, home of careful environmental protection policies, now represent a new contribution to the challenge of sustainability in Italy.

 

“TartaDay”:Una giornata di festa a Linosa per l’ambiente e le tartarughe marine.

E-mail Print PDF
There are no translations available.

Nella giornata di sabato 22 agosto 2015 è stato festeggiato a Linosa in contemporanea con numerosi altri siti italiani il Tartaday, una giornata dedicata alla tartarughe marine istituita dal secondo anno del progetto TARTALIFE.

Nel Centro di Recupero Tartarughe di Linosa e presso la spiaggia di Pozzolana di Ponente, a partire dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 15:30 alle 18:30 a cura dei collaboratori dell’Area Marina Protetta Isole Pelagie e degli operatori del Centro, sono state illustrate a turisti e bagnanti le iniziative per combattere le minacce sulla popolazione mediterranea di Tartaruga marina e distribuito il materiale informativo. Intorno alle 19:00, invece, è avvenuta la liberazione di una tartaruga marina curata nel Centro di recupero di Linosa.

 

L’Area Marina Protetta “Isole Pelagie” attiva il Battello Spazzamare.

E-mail Print PDF
There are no translations available.

Spazzamare_2015_3

E’ stato avviato in data 15 luglio 2015  il servizio di pulizia delle acque dell’Isola di Lampedusa tramite il battello spazzamare in dotazione all'Area Marina Protetta “Isole Pelagie”.

Il servizio è stato affidato al Consorzio Castalia, che lo svolgerà per tutto il periodo estivo, anche in collaborazione con il gommone dell’Area Marina Protetta in caso di rifiuti nei bassi fondali o in luoghi difficilmente raggiungibili.

Il battello, affidato all’Area Marina Protetta Isole Pelagie dal Ministero dell’Ambiente, dispone di apparecchiature specifiche per la raccolta e lo stivaggio dei rifiuti solidi galleggianti: una cesta situata a prua viene calata a mare quando vengono individuate grosse macchie di rifiuti galleggianti e, una volta piena, viene ribaltata e svuotata nella stiva.

Read more...
 

PFU Zero nelle Isole Minori - Lampedusa

E-mail Print PDF
There are no translations available.



L’Area Marina Protetta “Isole Pelagie” ha partecipato domenica 31 maggio e lunedì 1 giugno alla seconda edizione di "PFU Zero nelle Isole Minori", promossa dall’associazione Marevivo con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, di Federparchi-Europarc Italia e del Corpo Forestale dello Stato ed in collaborazione con l’ANCIM-Associazione Nazionale Comuni Isole Minori e la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera.

All’iniziativa hanno collaborato i centri diving locali (Marina Diving Lampedusa, Shark Divers A.S.D., Moby Diving Center, Blue Dolphins, Pelagos Diving Center), che hanno individuato e raccolto nell’area del porto di Lampedusa oltre 200 pneumatici fuori uso (PFU)!

 

Il consorzio Ecotyre ha poi provveduto al loro ritiro e si occuperà del loro corretto smaltimento: i pneumatici sono riciclabili al 100% e utilizzabili per i fondi stradali, per i campi sportivi, come materiale isolante o per l’arredo urbano.

XXLe attività di recupero sono state affiancate da un’iniziativa di sensibilizzazione di Marevivo rivolta agli alunni dell’Istituto Omnicomprensivo “Luigi Pirandello” di Lampedusa, a cui Gummy, la mascotte di EcoTyre ospitata sul gommone dell’Area Marina Protetta, ha mostrato quanto sia importante evitare di abbandonare i rifiuti in mare ed attivare una corretta gestione dei PFU per la salvaguardia dell’ambiente e in particolare del mare e dei suoi abitanti.

“Siamo soddisfatti di aver partecipato a questa iniziativa di Marevivo che contribuisce a diffondere la cultura della tutela del mare - ha dichiarato Giusi Nicolini, Sindaco di Lampedusa e Linosa e Presidente dell’Area Marina Protetta – Ringraziamo in modo particolare i centri diving e i diversi volontari che hanno collaborato all’iniziativa dimostrando di avere a cuore la tutela dell’isola e del mare ed avviando la stagione estiva di Lampedusa nel segno della tutela ambientale”.

Lampedusa e Linosa, 1 giugno 2015

 

Operazione “Coste Pulite” a Linosa

E-mail Print PDF
There are no translations available.

1 imbarcazione all'inizio della giornata

L’Area Marina Protetta “Isole Pelagie” ha promosso e realizzato l’iniziativa “Coste pulite”. Mercoledì 3 giugno a Linosa, nella Spiaggia della Pozzolana di Ponente e nelle aree limitrofe è stata rimossa un’imbarcazione di migranti arenata sugli scogli di cala Pozzolana a Linosa.

All’iniziativa hanno partecipato la riserva naturale “Isola di Lampedusa” gestita da Legambiente, il personale del Comune in servizio a Linosa, i diving locali Terraferma Diving e Linosa Blu Diving, il CTS gestore del Centro Recupero Tartarughe Marine, la Guardia Costiera di Lampedusa e Linosa.

2 lavori di rimozione

Nell’ambito dell’iniziativa è stata rimossa dagli scogli della Pozzolana di Ponente un’imbarcazione di migranti che dopo l’approdo si era arenata con violenza sulla costa per una forte mareggiata, spezzandosi in più parti e distribuendo ovunque rifiuti di vario tipo: durante l’operazione “Coste Pulite” svolta il 3 giugno sono stati recuperati il legname del barcone ma anche le ferraglie, le plastiche, gli indumenti, le parti elettriche.

La Spiaggia della Pozzolana di ponente è finalmente tornata alla sua selvaggia bellezza, pronta per la stagione estiva appena iniziata.

3 trasporto a terra dei rifiuti“E’ stata un’operazione lunga e faticosa ha dichiarato Susanna Errera, Delegato Sindaco di Linosa – Desidero ringraziare tutti coloro che si sono prodigati per la riuscita dell’iniziativa, ed in particolare il personale dell’Area Marina Protetta, della Riserva Naturale “Isola di Lampedusa” e del Comune che hanno rimosso pezzo per pezzo l’imbarcazione che deturpava la nostra Isola”.

“Finalmente, grazie alla collaborazione tra Comune, Area Marina Protetta, Riserva Naturale, Guardia Costiera, centri diving e volontari, si restituisce alla Cala della Pozzolana di Ponente a Linosa la sua integrità e la sua bellezza - ha dichiarato Giusi Nicolini, Sindaco di Lampedusa e Linosa la presenza di tanti collaboratori ed i risultati della giornata ci confermano ancora una volta nella necessità di creare sinergie per tutelare in maniera efficace la fascia costiera”.

Lampedusa e Linosa, 4 giugno 2015

 

4 il personale che ha lavorato sulla barca dei migranti5_i_lavori_sull_imbarcazione_quasi_a_fine_lavori6_il_cumulo_dei_rifiuti_alla_fine_dell_operazione

 

Servizio Civile Nazionale 2015

E-mail Print PDF
There are no translations available.

L' Area Marina Protetta Isole Pelagie Ente Gestore Comune di Lampedusa e Linosa è partner del progetto RISERVEinRETE.

12 mesi di formazione e partecipazione alle attività di gestione dell’area protetta a favore di 3 giovani tra i 18 e 28 anni di Lampedusa e Linosa. La data di scadenza delle domande è il 23 aprile 2015 ore 14:00. Per ulteriori informazioni visita il sito di Arci Servizio Civile Sicilia all'indirizzo:http://www.ascsicilia.com/?page_id=402 dove troverai il progetto, il bando e i moduli di adesione.

Risultati immagini per servizio civile regione sicilia Risultati immagini per arci servizio civile